Dove mangiare a Barcellona

L’elenco delle migliori zone dove mangiare a Barcellona diviso per quartieri, ognuno esaminato in dettaglio con i suoi pregi e i suoi difetti.

Dove mangiare a Barcellona

Barcellona è una città davvero piena di locali, e le occasioni per mangiare bene non mancano di certo. Dai locali tipici spagnoli o catalani passando per la cucina etnica, dai ristoranti italiani fino ai locali gourmet, a Barcellona ogni palato sarà soddisfatto all’inverosimile. Ci sono numerose zone dove mangiare a Barcellona, più vicine o più lontane dal centro, ma comunque molto ben raggiungibili in autobus o con la metropolitana.

Sulla Rambla

La zona di Barcellona più battuta dai turisti è sicuramente quella della Rambla, il lungo viale alberato che dal Monumento a Colombo arriva sino a Plaza Catalunya.

Come tutte le grandi città, mangiare in una zona turistica spesso significa qualità dubbia e prezzi alti. Ecco perchè non consigliamo affatto mangiare lungo la Rambla se desiderate un pasto come si deve a costi normali; per contro avrete la possibilità di mangiare in un ambiente unico, seduti all’aperto osservando il fiume umano di gente che passa a ogni ora del giorno e della notte, e potrete anche godervi le performance degli artisti di strada che spesso e volentieri allietano coloro che scelgono di cenare lungo la Rambla.

Nei mercati

Un modo divertentissimo per entrare in contatto con la realtà locale è quello di cenare all’interno dei mercati. Il più famoso mercato di Barcellona è senza dubbio La Boqueria, situato lungo la Rambla e chiuso la domenica. E’ un’esplosione di colori, odori e sapori: pesce, frutta, verdura, carne, prodotti tipici catalani, il tutto messo in esposizione come in un quadro.

Tra i numerosi stand si trovano anche dei bar-ristoranti in cui si mangia seduti al bancone, ordinando direttamente ciò che si vede esposto come da migliore tradizione spagnola. La qualità è ottima e i prodotti freschissimi, l’esperienza è davvero notevole ed è un ottimo modo per entrare in contatto con la cucina del posto. Purtroppo essendo un mercato preso di mira dai turisti giorno e notte, mangiare alla Boqueria è più costoso della media.

Per questo motivo forse è meglio dirigersi verso il mercato del Born, recentemente rinnovato. Oggi è stato convertito in un centro culturale e al centro campeggia un enorme sito archeologico, ma all’interno si trova anche il ristorante El 300 del Born, dove gustare ottimi piatti della tradizione.

Al Maremagnum

Anche il centro commerciale Maremagnum è preso d’assalto dai turisti, ma i ristoranti al piano terra che guardano la Rambla del Mar e il porto sono davvero ottimi. Oltre a dare la possibilità di poter pranzare all’aperto a due passi dal mare (o cenare, nei mesi più caldi), i prodotti sono davvero freschissimi, spesso a base di pesce appena pescato.

Sul lato opposto del Maremagnum, quello che guarda l’Acquario di Barcellona, ci sono invece alcuni fast food ottimi per chi ha poco budget e poco tempo, mentre all’ultimo piano del centro commerciale è stato aperto a metà 2015 uno spazio dedicato esclusivamente ai ristoranti: sono circa una decina e sono di ottimo livello, molti hanno una bellissima vista sul porto e i prodotti che servono sono anche in questo caso freschissimi.

Nel quartiere El Born

Il quartiere del Born è delimitato a ovest da Via Laietana e a est dal Parc de la Ciutadella. Nonostante sia praticamente a due passi dalla Cattedrale viene quasi totalmente ignorato dai turisti, eccezion fatta per quelli che visitano il Museo di Picasso che sono costretti a percorrere le sue strette stradine. Ma è un errore davvero grande perdersi questa zona di Barcellona in quanto è davvero autentica, molto ben tenuta e frequentata da tantissime persone del posto, che ogni sera si riversano in strada e affollano locali, bar e ristoranti.

C’è una vastissima scelta di ristoranti e tapas bar, in molti dei quali in tipico stile spagnolo permettono di mangiare a “pintxos“. Un “pintxo” (in catalano, “pincho” in spagnolo) non è altro che uno stuzzicadenti, usato per tenere insieme un piccolo panino e i suoi ingredienti voluminosi. Se ne mangiano quanti se ne vuole, e alla fine il cameriere conta gli stuzzicadenti rimasti nel piatto per stabilire il prezzo della cena: spesso un pintxo costa un euro o poco più, rendendo così la cena economica e divertente.

Ci sono tantissimi altri ristoranti al Born, che propongono cucine spesso ricercate ma anche etniche, messicane, giapponesi, thai e fusion, oltre al mercato a cui abbiamo accennato poco sopra, che propone le migliori specialità della zona.

Nel quartiere Gracia

Spesso i turisti che mangiano a Gracia lo fanno per festeggiare un avvenimento importante, come una festa o un anniversario, oppure sono quelli che hanno meno problemi di budget. La zona del Passeig de Gracia, ossia quella dove si trova la Casa Batllò e la Casa Milà, è piena di ristoranti di alto livello, dove la qualità di cibo e servizio è ottima. Con una scelta così ampia di locali, gli amanti dei gusti ricercati troveranno sicuramente il loro locale perfetto.

A Barceloneta

Per vivere Barcellona al 100% come un abitante del posto non c’è niente di meglio di dirigersi verso la Barceloneta. Questo antico quartiere di pescatori, caduto in disgrazia alla metà del secolo scorso e completamente rinnovato coi fondi delle Olimpiadi del 1992, è oggi meta di chi cerca l’autentica Catalogna.

Si mangia in piccole taverne, buie e poco allettanti dall’esterno, ma una volta dentro si apre un mondo fatto di sapori autentici, pesce freschissimo e tanta gioia di vivere. I prezzi sono decisamente più contenuti rispetto ad altre zone della città, e il cibo ottimo e genuino.

Port Olimpic e Passeig Marittim

La zona del lungomare della Barceloneta che arriva al Port Olimpic è quella dove sono situati i ristoranti di lusso e di tendenza della città. Sono uno accanto all’altro, ma la loro caratteristica è che al livello del lungomare c’è soltanto l’ingresso: per entrare in ognuno di loro occorre scendere delle ripide scale, e ciò comporta che è impossibile vederne gli interni se non una volta dentro seduti per mangiare.

Per fortuna prima di scendere le scale viene esposto il menu in inglese e spagnolo con i prezzi, in modo che nessuno abbia brutte sorprese.

Quartiere Gotico

Il quartiere Gotico è uno dei più turistici di Barcellona, e anche qui i prezzi sono piuttosto gonfiati. A differenza dell Rambla, i ristoranti di questa zona spesso non hanno spazi esterni, eccezion fatta di quelli affacciati in Placa del Pi e davanti alla Cattedrale, ma sono comunque molto turistici e più costosi della media. L’offerta di locali tuttavia è elevatissima, si va dai fast food delle grandi catene internazionali ai piccoli tapas bar, dai ristoranti italiani a quelli etnici e vegani.

Tapas a Barcellona
Le tapas a Barcellona sono una vera e propria istituzione, oltre che un modo molto conviviale per passare una bella serata a tavola tra amici.
chevron_rightLeggi l'articolo
Ristoranti italiani a Barcellona
Spesso chi si trova in città per vacanza o lavoro desidera mangiare come a casa. Ecco tutto quello che c'è da sapere sui ristoranti italiani di Barcellona.
chevron_rightLeggi l'articolo
Cucina Catalana
Leggi l'articolo
Bar, caffè e ristoranti
Leggi l'articolo
Mercato della Boqueria
Leggi l'articolo