La Barceloneta

Barceloneta è il quartiere sul mare di Barcellona. Un tempo villaggio di pescatori, oggi è una zona dalla doppia anima, popolare e modaiola. Piace a tutti!

Il quartiere di Barceloneta, una lingua di terra strappata al mare a due passi dal centro storico di Barcellona, sembra spaccato in due.

L’interno è un’ordinata trama di viuzze parallele e perpendicolari su cui sorgono case popolari, un tempo abitate dai pescatori della zona, e tipici bar di quartiere dove è possibile assaggiare alcune delle migliori tapas di Barcellona e bere una cerveza in compagnia di simpatici vecchietti a cui piace chiacchierare.

Il lungomare è frivolo e mondano. La spiaggia di Barceloneta è il luogo dove i giovani vanno a fare sport e a flirtare, i professionisti ricaricano le batterie dopo una lunga giornata di lavoro e i turisti si rinfrescano con un tuffo in acqua dopo tante visite a musei e monumenti.

Scegliete voi come vivere questo quartiere. Potete andare alla ricerca dell’anima popolare di Barceloneta nelle vie, nei bar e nei ristoranti tradizionali dell’interno oppure darvi al divertimento in spiaggia, di giorno e di notte. Oppure fare entrambe le cose: non ve la vieta nessuno, siete in vacanza!

Dove si trova La Barceloneta?

Il quartiere di Barceloneta si trova nel cuore della città di Barcellona e si estende verso il mare come una piccola penisola: su alcuni lati è bagnato dal mar Mediterraneo mentre su altri confina con il centralissimo Barrio Gotico da un lato e con Poblenou dall’altro.

Arrivare a Barceloneta è semplicissimo perché il quartiere è servito dalla linea gialla (L4) della metropolitana. Non avrete difficoltà a ricordare il nome della fermata a cui scendere: si chiama… Barceloneta!

La spiaggia della Barceloneta

La vera attrazione top del quartiere di Barceloneta è la sua mitica spiaggia, un arenile di sabbia dorata dove barcellonesi e turisti vanno a prendere il sole e fare il bagno ma anche a giocare a beach volley, a bere un drink con vista mare, a flirtare, a suonare i bonghi…

Affollata pressoché a tutte le ore del giorno (e nei weekend anche della notte), la spiaggia di Barceloneta non è certamente un posto dove ammirare il mare in silenzio, ma anche chi non ama la confusione può approfittare della sua vicinanza al centro per un po’ di riposo all’aria aperta.

Molto lunga, la spiaggia nel quartiere di Barceloneta comprende in realtà due spiagge, Platja de San Sebastià e Platja de la Barceloneta, ma è difficile rendersi conto dove finisce una e dove comincia l’altra. Parallelo alla spiaggia si estende il Passeig Maritim, un lungo viale pedonale con pista ciclabile, usato anche come pista roller blade.

Cosa vedere nella Barceloneta

Non ci sono attrazioni imperdibili come i più importanti musei o monumenti della città nel quartiere di Barceloneta: è il quartiere stesso la vera attrazione! Infatti dopo la Città Vecchia è uno dei quartieri di Barcellona più visitati dai turisti.

MHCAT, il Museo di Storia della Catalogna

Il MHCAT o Museu d’Historia de Catalunya, è una grande mostra permanente sulla storia della Catalogna che spazia dalla preistoria ai giorni d’oggi.

Il MHCAT, o Museu d’Historia de Catalunya (a volte si trova anche abbreviato come MHC) aprì nel 1996 per far conoscere la storia e la cultura catalana in patria e all’estero. Di proprietà pubblica e ispirato all’interesse pubblico, il MHCAT è stato progettato per essere un museo della società in quanto incoraggia l’interazione tra la storia e le altre scienze sociali, incentrandosi sui giorni nostri. Non è solo un museo ma anche un centro culturale aperto e accessibile a tutti, con un programma che offre ai visitatori opportunità di apprendimento e di formazione, di dibattito e di analisi, ma anche di relax e di divertimento.

A differenza di altri processi che hanno portato alle creazioni di musei a Barcellona o all’estero, il MHCAT non è sorto come conseguenza di una logica di conservazione del patrimonio o di una necessità, ma piuttosto da una determinazione istituzionale legittima: proprio come gli altri paesi del mondo, anche la Catalogna aveva bisogno di un museo che potesse esprimere la sua identità nazionale.

Dopo aver considerato una serie di opzioni, nel 1993 il governo catalano decise di installare il museo in un settore del Palau de Mar, edificio ubicato nel vecchio porto di Barcellona. La ristrutturazione e l’adattamento della costruzione come museo venne realizzata secondo un piano funzionale di base, il cui scopo principale era l’organizzazione di una grande mostra permanente sulla storia della Catalogna, dalla preistoria al 1980.

L’ampliamento

Non appena il museo venne inaugurato, la portata delle sue funzioni iniziali fu ampliata notevolmente, e ben presto sorse la necessità di allestire mostre temporanee. Nel frattempo, cominciarono ad arrivare una prima ondata di donazioni di oggetti e documenti, spesso relativi a soggetti della storia politica e istituzionale contemporanea e il museo doveva essere pronto ad ospitarli. Di conseguenza venne allestita una sala espositiva da 1200 metri quadri al primo piano del palazzo, insieme a due piccoli negozi.

La creazione del Centro di Storia contemporanea catalana nel 1997, in particolare con la grande biblioteca e il centro di documentazione, arricchì ulteriormente le attrattive culturali del MHCAT rispetto al suo uso iniziale, anche se le due istituzioni non sono ancora state organicamente e funzionalmente integrate.

Peix d’Or

La spiaggia di Barceloneta è il luogo migliore per ammirare nella sua totalità il monumento simbolo della Barcellona marittima, ovvero il Pesce d’Oro (in catalano Peix d’Or): nonostante le tante belle ragazze e i bei ragazzi che bazzicano da queste parti è questo enorme pesce in acciaio color bronzo il soggetto più fotografato.

Largo 56 metri e alto 35, si staglia nel cielo azzurro di Barceloneta, che sembra quasi essere il mare in cui nuota questo enorme pesce. Nei giorni di sole, che certo non mancano a Barcellona, questa enorme scultura riflette la luce naturale e sembra quasi accendersi. Un incanto.

L’opera fu commissionata all’architetto canadese Frank Gehry nel 1992 in occasione dei Giochi Olimpici di Barcellona.

Mercat de la Barceloneta

Anche Barceloneta ha il suo mercato rionale. Si trova in plaça Poeta Bosca ed è ospitato all’interno di un moderno edificio in vetro e acciaio. Se l’architettura è moderna, l’atmosfera al suo interno è quella d’altri tempi: un vero mercato popolare dove vanno a fare la spesa i residenti del quartiere.

È sicuramente meno famoso e probabilmente offre una scelta di prodotti inferiore rispetto al Mercato della Boqueria (prevalgono i prodotti locali e il pesce fresco) ma è comunque piacevole gironzolare tra le sue bancarelle.

Homenatge a la Barceloneta

Camminando lungo il Passeig Maritim di Barceloneta non potrete non notare una curiosa scultura che sembra un condominio sbilenco.

Si tratta dell’opera Homenatge a la Barceloneta dell’artista tedesca Rebecca Horn, un elegante tributo alle case diroccate che un tempo sorgevano sul lungomare. Anche quest’opera, come il Pesce d’Oro di Gehry, fu commissionata all’artista in occasione delle Olimpiadi di Barcellona.

Casa de la Barceloneta

Nonostante sembri ancora un quartiere popolare, con case molto vecchie, Barceloneta è molto cambiata negli oltre 200 anni della sua storia. Una differenza evidente tra la Barceloneta originaria e la Barceloneta di oggi sta nella dimensione delle case.

Ve ne potete rendere conto visitando la Casa de Barceloneta (chiamata anche Casa de la Barceloneta 1761), una delle poche case del quartiere rimasta nelle sue dimensioni originali.

La casa è stata ristrutturata ed ospita un centro culturale per la conservazione e la promozione della storia e delle tradizioni del quartiere. Al piano terra potrete visitare una mostra permanente che racconta l’evoluzione storica di Barceloneta; il piano superiore viene usato per mostre temporaneee.

Chiesa di Sant Miquel del Port

Un altro edificio storico nel quartiere di Barceloneta è la Chiesa di San Michele del Porto (in catalano Sant Miquel del Port), una chiesa barocca dalla sobria facciata. Fu costruita nel Settecento e la sua altezza fu determinata in modo tale da non interferire con la gettata dei cannoni in quello che all’epoca era il forte di Ciutadella.

La chiesa è famosa per la statua dell’Arcangelo Michele che ne decora la facciata: la sua posa a molti ricorda un culturista, e questo ha suscitato ilarità e polemiche. Le altre statue raffigurano Sant Elm e Santa Maria de Cervelló, protettori dei pescatori.

Nella casa a fianco della chiesa visse per alcuni anni Ferdinand Lesseps, l’ingegnere francese che progettò il canale di Suez.

Hotel Vela

Un hotel che è anche un (controverso) monumento: parliamo dell’Hotel W, noto anche come Hotel Vela, una lussuosissima struttura 5 stelle che sorge direttamente sulla spiaggia di Barceloneta, a due passi dal porto.

Progettato dall’architetto Ricardo Bofill, è una torre di 99 metri dalla riconoscibilissima forma, un’enorme vela di caravella, che è diventata un elemento imprescindibile della skyline di Barcellona.

Fin dalla sua apertura nel 2009 l’hotel Vela ha diviso i barcellonesi e i turisti in entusiasti ammiratori e in accaniti detrattori: questi ultimi criticano soprattutto la sua eccessiva vicinanza al mare, meno di 20 metri. Se non condividete queste critiche e avete i soldi per permetterverlo, regalatevi una notte in una delle sue 400 e più camere. Potrete godere di splendide viste panoramiche sul Mediterraneo sulla città.

Dove dormire

Se volete pernottare nel quartiere di Barceloneta, ecco le strutture che vi consigliamo.

Favoloso 8,6
Hotel
8,6
Favoloso 1241 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel Arts Barcelona
Barcellona Marina, 19-21
Affacciato sulla spiaggia di Barceloneta e sul centro di Barcellona, ​​l'Hotel Arts è una struttura di design dotata di 2 piscine all'aperto, un lussuoso centro benessere con vista panoramica sulla città, una collezione d'arte contemporanea e un ristorante con 2 stelle Michelin. L'Arts sorge vicino al Port Olímpic di Barcellona ed è circondato da negozi e vivaci bar.
Favoloso 8,5
Hotel
8,5
Favoloso 2953 recensioni
Vedi Tariffe
W Barcelona
Barcellona Plaça Rosa dels Vents, 1 - Passeig Joan de Borbo
Impressionante struttura a forma di vela caratterizzata da un design mozzafiato, con fantastiche viste su Barcellona, il W Barcelona si trova accanto alla spiaggia di Barceloneta e offre un centro benessere, una piscina a sfioro, un bar all'ultimo piano e camere lussuose. Le sistemazioni del W Hotel vantano un design all'avanguardia, viste sul Mar Mediterraneo o sulla città, una chaise lounge, una TV a schermo piatto, una docking station per iPod e una doccia a pioggia.
Ottimo 8,4
Hotel
8,4
Ottimo 1490 recensioni
Vedi Tariffe
Pullman Barcelona Skipper
Barcellona Avenida Litoral, 10
Il Pullman Barcelona Skipper offre lusso a 5 stelle nei pressi del Porto Olimpico di Barcellona, dista appena 100 metri dalla spiaggia e vanta la connessione Wi-Fi grauita e 2 piscine all'aperto. Questo moderno hotel dispone di camere spaziose, TV a schermo piatto, lettori DVD e bagni eleganti con doccia con getto a pioggia.
Ottimo 8,4
Hotel
8,4
Ottimo 1457 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel 54 Barceloneta
Barcellona Passeig Joan de Borbó, 54
Situato nella zona di Barceloneta sul lungomare di Barcellona, questo hotel di design vanta un'elegante terrazza affacciata sul porto, una reception aperta 24 ore al giorno, la connessione Wi-Fi gratuita e camere climatizzate con smart TV. Caratterizzate da un'illuminazione innovativa, le sistemazioni dell'Hotel 54 Barceloneta dispongono di arredi moderni e di un bagno privato con asciugacapelli.
Buono 7,3
7,3
Buono 989 recensioni
Vedi Tariffe
Residencia Universitaria Campus del Mar
Barcellona Passeig Salvat Papasseit, 4
Il Residencia Campus del Mar sorge in una posizione eccellente nel quartiere Barceloneta di Barcellona, a 200 metri dalla spiaggia. La struttura offre un centro fitness e la connessione internet gratuita nelle camere e nelle aree comuni.
Eccellente 9,1
Appartamento
9,1
Eccellente 110 recensioni
Vedi Tariffe
Barceloneta Ramblas Apartments
Barcellona Joan de Borbó, 50
Situato a Barcellona, a 3 minuti a piedi dalla spiaggia di Barceloneta, il Barceloneta Ramblas Apartments offre appartamenti climatizzati con connessione Wi-Fi gratuita e viste panoramiche sul porto turistico Port Vell. Le sistemazioni presentano un balcone privato, il pavimento in legno e un soggiorno con divano, TV a schermo piatto e lettore DVD.

Mappa degli alloggi

Dove mangiare

Barceloneta è la zona migliore di Barcellona dove mangiare pesce. I suoi ristorantini di pesce sono leggendari e almeno una volta durante la vostra vacanza a Barcellona dovete concedervi una paella con vista mare. Vero, la paella non è un piatto tipico della zona ma è comunque un piatto tradizionale spagnolo, no?

I ristoranti di pesce si concentrano a ridosso della spiaggia, mentre per i migliori tapas bar di Barceloneta dovete spostarvi un po’ più verso l’interno.

Dove uscire la sera

Barceloneta è uno dei luoghi chiave della movida barcellonese. Se all’interno del quartiere regna la quiete (non dimentichiamo che Barceloneta è essenzialmente un quartiere residenziale!), sul lungomare si scatena la voglia di divertimento.

I chiringuitos di Barceloneta (xirinquitos in catalano), ovvero i bar in spiaggia, sono una vera leggenda: vanno assolutamente messi nella lista di cose da fare a Barcellona.

Sono il luogo ideale per iniziare la serata: si comincia con un aperitivo vista mare, poi un mojito tira l’altro e in un baleno è già ora di andare in discoteca. Se vi viene fame non c’è bisogno che vi spostiate perché molti chiringuitos sono anche ristoranti e offrono menu completi che vanno ben oltre il semplice panino.

Potrete trovare chiringuitos lungo tutta la spiaggia di Barceloneta. Sono aperti fino alle 23 o mezzanotte, ma ce ne sono alcuni che rimangono aperti fino alle 2 di notte.

Solo quando si è fatto molto tardi è arrivato il momento di andare in discoteca: non andate a mezzanotte perché non troverete nessuno. Spostandovi verso il porto troverete alcune delle discoteche più cool della città.

E dopo la discoteca? Si esce quando è già mattina ma quasi nessuno va direttamente a dormire. Molti giovani si accampano in spiaggia, continuando la “serata” chiacchierando. Alcuni temerari fanno anche il bagno. Altri invece vanno in cerca della più vicina churreria per far colazione con cioccolata calda e churros, una tradizione amatissima dagli spagnoli, anche a Barceloneta!