Castello di Montjuïc

Il castello di Montjuic è una fortezza che domina Barcellona dall'alto della vetta della collina di Montjuic, da cui si ammira un panorama fantastico.

Il castello di Montjuic è una vecchia fortezza militare risalente al 1640, che domina Barcellona dall’alto della vetta della collina di Montjuic. Oggi è di proprietà del comune, che la utilizza per eventi e manifestazioni.

La storia

I lavori di costruzione del castello di Montjuic iniziarono nel 1640, e già nel 1641 il forte fu teatro di una battaglia, durante la rivolta catalana contro l’autorità spagnola messa a tacere dal comandante dell’esercito del Re Pedro Fajardo, alla guida di un esercito di 26.000 uomini che riconquistò diverse città in tutta la Catalogna, ma però non riuscì a passare a Montjuic grazie alla strenua difesa dei ribelli guidati da Francesc de Tamarit.

Nel 1694, 50 anni dopo, vennero eretti nuovi bastioni e la fortezza divenne un castello, che però venne demolito nel 1751 dall’architetto e ingegnere spagnolo Juan Martin Cermeno, il quale creò la struttura che possiamo ammirare ancora oggi; tra il 1779 e il 1799 vennero migliorati i sistemi di difesa e introdotti 120 nuovi cannoni, dando al castello di Montjuic l’aspetto definitivo.

Il castello di Montjuic come simbolo

Negli ultimi 350 anni il castello di Montjuic ha giocato un ruolo decisivo nella storia di Barcellona, diventando un simbolo di sottomissione dopo la sconfitta catalana contro gli spagnoli nel 1714. Da lì in poi i cannoni di Montjuic hanno bombardato la città e i suoi cittadini in diverse occasioni; il castello è anche servito da prigione e da centro di tortura, ininterrottamente per tre secoli.

Il castello ha avuto una fama negativa nei libri di storia catalani a causa del suo ruolo nella guerra civile dal 1936 al 1939, quando entrambe le fazioni del conflitto vi imprigionarono, torturarono ed uccisero prigionieri politici come Lluis Companys, presidente della Generalitat de Catalunya durante la guerra civile spagnola, giustiziato dopo un ordine del regime di Franco nel 1940. Durante la repressione furono qui giustiziate in tutto oltre 4000 persone.

Il castello oggi

Nell’aprile del 2007 il governo trasferì la proprietà del castello di Montjuic al comune di Barcellona. A seguito di una discussione durata diversi mesi, il castello divenne una struttura municipale; per questo motivo, nel 2010 il museo delle armi militari inaugurato nel 1963 da Franco venne chiuso, e il consiglio comunale avviò un progetto di restauro e di messa in sicurezza del tetto e delle torri di guardia.

I piani attuali per il castello includono L’Espai de la Memoria, El Centre di Interpretaciò de la Muntanya de Montjuic e diverse attività culturali.

Nel 2015 il comune di Barcellona ha proibito la celebrazione annuale della messa all’interno del castello di Montjuic per celebrare i caduti della guerra civile spagnola, che si teneva ininterrottamente dal 1940, considerandola esaltazione del golpe militare.

Come raggiungerlo

Il castello di Montjuic può essere raggiunto utilizzando la teleferica di Montjuic, la cui stazione a monte si trova accanto all’entrata del castello, e che si connette alla stazione Parallel della metropolitana, attraverso la funicolare di Montjuic.

Mappa

Alloggi Castello di Montjuïc

Cerchi un alloggio in zona Castello di Montjuïc?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Castello di Montjuïc
Mostrami i prezzi