Informazioni utili

Tutto quello che c'è da sapere su Barcellona prima di partire, informazioni utili e consigli per pianificare il proprio viaggio a Barcellona.

Barcellona è una città cosmopolita, variegata, popolare ma allo stesso tempo raffinata grazie all’arte e all’architettura di grandi artisti che pervade le sue strade e colora i suoi quartieri.

Questa città dalle mille anime incanta viaggiatori di tutte le età e le provenienze: mare, cultura, storia e divertimento si mescolano in una miscela praticamente perfetta!

Per aiutarvi a organizzare il vostro soggiorno nella capitale catalana, abbiamo raccolto per voi una serie di informazioni utili e di cose da sapere prima di partire.

Situata al margine del mar Mediterraneo, a circa 160 km a sud dei Pirenei e 180 dal Col du Perthus, che segna il confine con la Francia, Barcellona giace in una pianura situata tra il mare e la suddetta catena montuosa, tra le foci dei fiumi Besòs e Llobregat.

Nome ufficialeBarcelona
StatoSpagna
Comunita autonomaCatalogna
Superficie100,4 km²
Popolazione1 619 337 ab. (2010)
Coordinate geograficheLatitudine 41° 23′ N
Longitudine 2° 11′ E
Altitudine4m s.l.m
Fuso orarioL’Italia e la Spagna hanno il medesimo fuso orario e ora legale.
LinguaCatalano. Seconda lingua Spagnolo (Castigliano)
ReligioneCattolica
MonetaEuro
Prefisso internazionale+34
Prefisso locale93
TargaB
CAP08000
Voltaggio230 Volt/50 Hertz. A volte è necessario l’adattatore perché molte prese hanno solo due fori.

I cittadini europei devono viaggiare con un documento: Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto.

Dal 1 gennaio 2002 la moneta ufficiale della Spagna è l’euro, equivalente a circa 166 pesetas (la vecchia moneta).

Le banche sono aperte di solito dalle 08.00 alle 14.00 nei giorni feriali. Alcune sono aperte anche dalle 16.00 alle 20.00 il giovedì e dalle 08.00 alle 14.00 il sabato, tranne nel periodo da giugno a settembre.

Alcune banche italiane, come la BNL e la Banca di Roma, hanno filiali a Barcellona.

Bancomat e carte di credito

Gli sportelli Bancomat sono il modo più pratico per prelevare denaro evitando di portare grosse somme con sé. Le commissioni sulle operazioni variano in base alla propria banca. Quasi tutti i Bancomat accettano Visa e MasterCard.

Queste carte sono, inoltre, accettate in tutti gli hotel (fuorché quelli di categoria più bassa), nei ristoranti e nei negozi. L’American Express si può usare negli hotel, ma non in tutti i negozi e ristoranti. La Diner’s Card è accettata in buona parte dei ristoranti.

In caso di furto o smarrimento della carta di credito chiamate la polizia e la concessionaria della vostra carta. Quasi tutte le carte di credito hanno un numero verde all’estero:

  • Visa: 915 192 100
  • MasterCard: 900 97 12 31
  • American Express: 900 99 44 26

Traveller’s Cheques

I traveller’s cheques sono accettati in tutte le banche e nei negozi. Assicuratevi di conservare gli assegni e i loro numeri in posti separati.

Mostrando un documento d’identità, i traveller’s cheques dell’American Express si possono cambiare senza commissione presso l’ufficio di American Express (La Rambla 74, dal lunedì al sabato ore 09.00-21.00) o presso il Banco Central Hispano.

Gli orari d’apertura degli uffici postali (correus) sono 08.30-20.00 dal lunedì al venerdì e 10-13 il sabato. La posta centrale di Barcellona (Pl Antoni Lopez, lun-sab 08.30-21.00, dom 09.00-14.30) osserva orari prolungati e offre servizi come fax e posta celere.

Le buche delle lettere in città sono gialle e di solito hanno uno sportello per la posta diretta in città (ciutat) e una per tutte le altre destinazioni (altres destinaciones).

Sebbene la microcriminalità sia diffusa, atti più gravi e violenti sono piuttosto rari.
In generale Barcellona ha lo stesso livello di pericolosità di ogni metropoli europea, basta tenere occhi aperti e usare un po di buon senso per evitare la maggior parte dei rischi.
Se volete proprio ridurre al minimo le possibilità di scippo state lontani dalle vie poco illuminatedella città vecchia, territorio di ladruncoli che di solito agiscono in coppia. L’ora di punta per il borseggio è tra le 21 e la mezzanotte, quando gli spagnoli sono a tavola e in giro ci sono prettamente turisti. Attenzione anche alla chiusura dei locali, tra le 3 e le 6, quando magari c’è meno gente in giro (anche se nel fine settimana Barcellona in quelle ore è un viavai continuo di persone!).
Le zone in cui bisogna essere particolarmente accorti e vigili sono: il Porto, le Ramblas nella parte bassa (sempre molto affollate), El Raval, le Stazioni di servizio (frequenti casi di rapina sui tratti autostradali).
Ma ci teniamo a precisare che non ci sono differenze rispetto ad altre grandi città come Roma, Milano, Parigi o Londra.

Infine, non abbiamo avuto esperienza personale (per fortuna), ma siamo a conoscenza di frequenti furti di veicoli con targa straniera ad opera di un gruppo organizzato.
La tecnica è la seguente: viene bucata una delle ruote dell’auto parcheggiata o nel traffico; quando il conducente si ferma per verificare il contrattempo, una persona finge di prestare soccorso mentre, approfittando della distrazione, un altro complice sottrae il bagaglio ed eventualmente le borse nell’auto.
Evitate il problema a monte, la macchina a Barcellona non vi servirà quindi se potete non portatela/noleggiatela.

Numeri utili e emergenze

Il numero nazionale per le emergenze è il 112, con il quale si possono contattare la policia (polizia), i bombers (pompieri) e l’ambulancia (ambulanza).
Per chiamare la polizia nazionale (Policia Nacional) digitate lo 091 mentre per la polizia urbana (Policia Urbana) lo 092.

Tessera sanitaria

I cittadini italiani che si recano in Spagna temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria pubblica locale se sono in possesso della Tessera Sanitaria TEAM (Tessera Europea di Assicurazione Malattia).

La TEAM sostituisce i modelli E110, E111, E119 ed E128 ed è in distribuzione da parte del Ministero dell’ Economia e delle Finanze. Chi non l’ha ancora ricevuta può rivolgersi alla propria ASL e richiedere il “Certificato sostitutivo provvisorio”. Per maggiori informazioni al riguardo consultare la ASL o il sito del Ministero della Salute (www.salute.gov.it).

In caso di consultazione di medici privati, le spese mediche sono rimborsate al rientro dai servizi sanitari degli altri paesi dell’Unione, e sul posto dietro presentazione della tessera sanitaria.

Il servizio sanitario dell’Unione Europea non comprende le cure dentistiche. In caso di necessità, potete rivolgervi alla Clinica Dental Barcelona, aperta dalle 9 alle 21 nei giorni feriali.

Farmacie

Le farmacie (fermàcies) sono indicate da una croce verde luminosa. I farmacisti possono prescrivere medicine al posto dei medici e fare diagnosi più semplici. Le farmacie sono di solito aperte dalle 09.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 20.00. In ogni quartiere le farmacie osservano turni di apertura notturna dalle 21.00 alle 09.00.

L’elenco delle farmacie aperte è esposto all’ingresso. Inoltre in alcune zone, soprattutto sulla Rambla, ci sono farmacie aperte 24 ore su 24.

Barcellona non sarà il paradiso per i turisti disabili, ma la situazione sta migliorando rapidamente.

Nelle attrazioni turistiche, le sedie a rotelle troveranno qualche difficoltà, soprattutto negli edifici più antichi ma tutto il resto della città è dotato di apposite rampe per agevolare la salita sui marciapiedi.

L’Institut Municipal de Persones amb Disminuciò (Av Diagonal 233 – tel 93 413 27 75) fornisce un elenco dei luoghi attrezzati per i disabili e offre informazioni e suggerimenti su come muoversi in città, a seguito dello sviluppo di un dettagliato database informatico che riporta tutte le strade accessibili alle sedie a rotelle.

Consigli

  • Chiamando lo 010 e comunicando il punto di partenza e la destinazione vi sarà fornito un itinerario completo.
  • Un altro indirizzo utile è la Icaria Iniciatives Socials (C/Pujades, 77-79 – tel. 93 300 97 38).
  • Tenete infine presente che Barcellona non offre bagni pubblici in generale.

Mezzi pubblici

Per quanto riguarda i mezzi pubblici, l’autobus è forse la soluzione migliore visto che la maggior parte di loro, compresi quelli per l’aeroporto e tutti i bus notturni sono accessibili alle carrozzine.
Per avere un’elenco delle linee adatta al trasporto dei disabili clicca qui

La metropolitana, invece, è in fase di restauro e adeguamento al decreto 135/1995, che stabilisce il diritto di accesso ai portatori di handicap. Tutte le stazioni saranno dotate di almeno un accesso con ascensori, mentre i marciapiedi saranno adattati all’altezza delle porte dei treni.

Ad oggi, l’unica linea ad avere ascensori in tutte le fermare è la linea 2, la viola, mentre le altre hanno solo qualche fermata munita di apposite strutture.

Consigli

  • Per i Taxi c’è Taxi Amic (tel. 93 420 80 88) che dispone di vetture attrezzate per il trasporto di sedie a rotelle, su prenotazione.
  • C’è infine un’altra soluzione che potrebbe tornare molto utile ai turisti disabili, ovvero il noleggio di motorini, sedie a rotelle e carrozzine elettriche.
  • Una società che fornisce questo servizio è la Cosmo Scooter che noleggia questi mezzi anche per più giorni consecutivamente.

Consolato Generale d’Italia
C/ Mallorca, 270 (angolo C/ Pau Claris) – Eixample
08037 Barcellona
Tel: +34 93 4677305
Consolato Generale d’Italia

Ambasciata di Spagna a Roma

Cancelleria
Palazzo Borghese
Largo Fontanella Borghese 19.
00186 Roma.
Tel: 06 6840401 – Fax: 06 6872256
Ambasciata di Spagna a Roma
Ufficio Stampa Ambasciata di Spagna

Sezione Consolare
Via Campo Marzio, 34 – 00186 Roma
Tel. 06 68300587 / 06 6871401 / 06 6873822 – Fax 06 6871198

Consolati Generali

Milano
Via Fatebenefratelli, 26 – 20121 Milano
Tel. 02 6328831 – Fax 02 6571049
Consolato Generale di Milano

Genova
Piazza Rossetti 1 – 4, – 16129 Genova.
Tel: 010 562669 / 010 587177 / 010 5704336.
Fax: 010 586448.

Napoli
Palazzo Leonetti – Via dei Mille, 40 – 80121 Napoli
Tel. 081414115 / 081412357 / 081411157 – Fax 081401643
Consolato Generale di Napoli

Uffici Turistici a Barcellona

Gli Uffici Turistici di Barcellona sono dislocati presso:

  • Palau Robert
  • Aeroporto del Prat – Terminal A e B
  • Plaza de Cataluña, 17S
  • Plaza De Països Catalans
  • L’Estació de Sants

Formalità valutarie

In ingresso non vi è alcuna restrizione mentre in uscita fino a € 6.010 non viene richiesta nessuna formalità, per importi da € 6.011,00 a € 30.051,00 è richiesta la dichiarazione resa in ingresso alle autorità di frontiera o presso la banca dove si preleva il denaro (in ogni caso tale operazione deve essere effettuata prima di partire).

Per importi superiori a € 30.051 va richiesta l’autorizzazione preventiva del Banco de España.

Animali domestici

Per cani e gatti provenienti dai paesi dell’Unione Europea è richiesto il passaporto europeo e la presenza di un microchip o un tatuaggio per poter essere identificati.

Inoltre gli animali devono essere stati vaccinati contro la rabbia almeno 30 giorni prima della partenza.

Importazione vietata

Droga, prodotti tossici, armi, oggetti d’arte, beni culturali, alcune specie di fauna e di flora.

Importazione limitata

Fucili da caccia: possono essere importati temporaneamente, ma devono essere dichiarati alla Guardia Civil all’entrata nel paese.