Parc Güell

Il Parc Güell è uno dei simboli di Barcellona e di gran lunga uno dei luoghi più apprezzati dai visitatori, costruito da Gaudì all'inizio del '900.

Il Parc Güell è uno dei parchi pubblici più belli e visitati di Barcellona e una delle opere di Gaudì più apprezzate della città. E’ composto da una serie di giardini ed elementi architettonici, e si trova sulla collina del Carmel, poco fuori dal centro cittadino nel quartiere La Salut.

Biglietto d’ingresso al Parc Güell

Il Parc Güell oggi è un giardino municipale, è visitabile gratuitamente anche se tuttavia per accedere alla zona monumentale è necessario pagare un biglietto d’ingresso.

Cosa vedere nel Parco

Il parco è stato progettato e composto per portare pace e serenità: gli edifici che fiancheggiano l’entrata, anche se molto originali, colorati e in pieno stile Gaudì con pinnacoli e tetti appuntiti, si sposano alla perfezione con lo scopo del parco come area relax.

Casa-Museo Gaudì

La Casa-Museo Gaudì, situata all’interno del Parc Güell, fu la residenza di Gaudì per vent’anni. Oggi è un museo che ospita una collezione di mobili e oggetti disegnati dal famoso architetto, così come opere di altri suoi collaboratori.

L’edificio consta di quattro piani: il piano terra e il primo piano sono dedicate a collezioni aperte al pubblico, mentre gli altri due sono a uso privato. Il secondo piano ospita la biblioteca Enric Casanells, alla quale si può accedere soltanto dopo aver richiesto un permesso.

Scopri di più sulla Casa-Museo Gaudì

Plaza de la Naturaleza

Il luogo più visitato del parco è la terrazza principale, denominata Plaza de la Naturaleza e circondata da una lunga panchina avente la forma di un serpente marino. Le curve della panchina, che seguono la sinuosità del serpente, creano un’atmosfera volutamente sociale; Gaudì incorporò anche numerosi riferimenti al nazionalismo catalano, oltre ad elementi di misticismo religioso e poesia antica.

Dalla terrazza si può ammirare una vista di Barcellona davvero unica, con la Sagrada Familia, la Torre Agbar e la zona di Montjuic.

La scalinata del dragone

Dall’ingresso del parco parte una doppia scalinata affiancata da due muri che formano una terrazza sotto la quale si aprono due grotte: quella di a destra serviva come luogo dove ospitare i cavalli ed è supportata da una magnifica colonna centrale di forma conica.

La scala è organizzata in tre parti, attraverso le quali scorre acqua proveniente da una fonte alimentata da una cisterna ubicata sotto l’adiacente Sala Hipostila. A metà della scalinata si trova lo scudo della Catalogna e più in alto c’è il dragone, o la salamandra, ricoperto da mosaici, che negli anni è diventato l’immagine più popolare del parco.

La sala Hipostila

La grande scalinata del dragone conduce alla Sala Hipostila, destinata originariamente ad ospitare il mercato dell’urbanizzazione che sarebbe dovuta sorgere. E’ formata da 86 colonne che si ispirano all’ordine dorico, e le più esterne si inclinano in un movimento ondulante e contrario a ogni regola di composizione classica, per rafforzare la percezione della loro funzione strutturale. All’interno della sala l’assenza di colonne crea uno spazio che simula tre navate, come all’interno di una grande chiesa.

Orari di apertura

Il parco è aperto tutti i giorni dell’anno con il seguente orario:

Visite guidate al Parc Güell

Per una visita completa e per scoprire la storia e gli aneddoti nella realizzazione del parco potete acquistare il biglietto per una visita guidata: incluso l’ingresso salta la fila e una guida in italiano che vi accompagnerà durante il tour.

La storia e le origini del parco

Ben conscio che l’urbanizzazione di questa zona avrebbe drasticamente ridotto il verde in città, l’imprenditore e industriale Eusebi Güell decise di costruire un quartiere residenziale per la ricca borghesia cittadina, affidandone il progetto ad Antoni Gaudì. Il parco fu dunque costruito tra il 1900 e il 1914 anche se venne ufficialmente aperto al pubblico solamente nel 1926. Nel 1984 l’UNESCO inserì il Parc Güell all’interno della lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità, assieme alle altre opere di Gaudì a Barcellona.

Per la costruzione del Parc Güell Gaudì mise in pratica una serie di nuove soluzioni strutturali, aggiungendo creatività e libertà. Iniziando da una sorta di barocco, il lavoro acquisì una ricchezza strutturale di forme e volumi. Gaudì si immaginava il parco come una sorta di giardino privato di alcune ville che sarebbero state costruite in seguito, dotandolo di tutta la tecnologia del tempo per assicurare ai proprietari il massimo confort, con un tocco artistico distintivo.

Ma l’idea di Güell non riuscì a decollare: per mancanza di interesse tra i compratori le ville non furono mai costruite eccezion fatta per quella dimostrativa, che comunque andò invenduta e fu acquistata direttamente da Gaudì, il quale si trasferì assieme alla sua famiglia nel 1906 e ci visse fino al 1926. Oggi questa casa è diventata la Casa-Museo Gaudì e nel 1969 venne dichiarata monumento storico di interesse nazionale.

Informazioni utili

Indirizzo

08024 Barcellona, Spagna

Contatti

TEL: +34 934 09 18 31
Sito ufficiale

Orari

    Aperto tutti i giorni dalle 08:30 alle 17:30

Trasporti

Fermate Bus

  • Olot - Marianao (122 mt)
  • Larrard - Rambla Mercedes (248 mt)
  • Marianao - Mercedes (261 mt)

Dove si trova

Vedi gli Hotel in questa zona
Alloggi Parc Güell

Cerchi un alloggio in zona Parc Güell?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Parc Güell
Mostrami i prezzi

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Pensate appositamente per chi vuole visitare Barcellona, le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.6 su 28 voti

Attrazioni nei dintorni

Condividi